December 9, 2021

PAPERS

A volte la vita ti colpirà alla testa con un mattone

Converse svela le scarpe firmate con il simbolo satanico che sostituisce il logo della stella del marchio

La cultura secolare spinge costantemente i confini. Ma sembra che, col passare dei tempi, la spinta sia diventata sempre più aggressiva.

ASCOLTA IL PODCAST DI OGGI E ISCRIVITI!

All’inizio di questa settimana, Converse ha presentato un nuovo collaborazione in edizione limitata con lo stilista Rick Owens, attraverso il suo marchio, Drkshdw. Le sneakers, disponibili in diversi stili, presentano un pentagramma al posto dell’iconica stella Chuck Taylor.

In una citazione pubblicata da Converse, Owens ha affermato di “usare questo pentagramma da molto tempo perché, ovviamente, ha associazioni occulte adolescenziali”.

“Ma mi piacciono i diagrammi geometrici come quello perché, in un modo molto primordiale, sono la presa di controllo di una cultura”, ha spiegato il designer 59enne. “E un modo per organizzare pensieri e sistemi. E un pentagramma, di questi tempi, con tutte le sue associazioni… mi piace il fatto che si riferisca a un sistema alternativo. E questo suggerisce apertura ed empatia. Suggerisce la ricerca del piacere, questa ricerca della sensazione. Ma una delle cose principali che penso suggerisca è l’empatia e la considerazione di sistemi di vita che potrebbero non essere standard. Quindi questo ci porta ad essere più accettanti e tolleranti nei confronti di altri sistemi, il che penso sia una buona cosa”.

***Poiché il numero di voci che affrontano la censura delle big-tech continua a crescere, iscriviti a La newsletter quotidiana di Faithwire e scarica il CBN News app per essere sempre aggiornato sulle ultime notizie da una prospettiva spiccatamente cristiana.***

Owens ha detto a WWD il suo approccio al design è ampolloso e “un po’ grottesco”.

“Lo penso sempre come una sorta di corruzione di qualcosa che esiste”, ha detto allo sbocco. “E non lo dico in modo aggressivo.”

Il designer ha continuato affermando che il suo “gesto estetico è sempre stato quello di promuovere l’idea che la bellezza perfetta o tradizionale possa essere molto severa e crudele” e il superamento dei confini “significa tolleranza per altre idee”.

La collaborazione di Owens con Converse arriva diversi mesi dopo il rapper Lil Nas X ha svelato la sua partnership con MSCHF, che personalizza le scarpe. L’azienda ha preso 666 paia di Nike Air Max 97 e le ha adattate con 60 cc di inchiostro rosso e una goccia di sangue umano nelle suole. MSCHF ha anche aggiunto un ciondolo pentagramma sopra i lacci e ha ricamato un riferimento a Luca 10:18 lungo i lati.

Non c’è dubbio che la spinta secolare si sia intensificata negli ultimi anni.

Alla fine degli anni ’90 e all’inizio degli anni 2000, l’unica esposizione di molti americani al pentagramma è arrivata come distretti scolastici cercato di proibire il simbolo satanico dalle aule di tutto il paese. A metà del 2000, un giudice federale governato il Primo Emendamento proteggeva i diritti di due studenti insegnanti di Indianapolis che volevano indossare il simbolo Wiccan mentre lavoravano.

Ora viene promosso nella cultura mainstream.

Come cristiani, sappiamo che non possiamo aspettarci che il mondo incredulo agisca come noi. Noi possiamo e dovrebbe, tuttavia, sii addolorato per il cambiamento a cui stiamo assistendo, perché verrà con conseguenze.

***Poiché il numero di voci che affrontano la censura delle big-tech continua a crescere, iscriviti a La newsletter quotidiana di Faithwire e scarica il CBN News app per essere sempre aggiornato sulle ultime notizie da una prospettiva spiccatamente cristiana.***

La normalizzazione dell’oscurità spirituale non sta avvenendo in modo innocente. La cultura è in una grave deriva morale e ci sono forze spirituali malvagie che ne approfittano. Ecco perché l’apostolo Paolo esorta i credenti a “rivestirsi dell’intera armatura di Dio, affinché possiate resistere ai disegni del diavolo” (Efesini 6:11) e Pietro dice ai cristiani di essere “sani di mente” e ” vigile» perché «il vostro avversario, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi divorare» (1 Pt 5,8).

I non credenti non sono immuni allo standard perfetto di Dio; infatti, sono altrettanto responsabili delle loro azioni peccaminose quanto i cristiani lo sono per le proprie. Un giorno, “ogni ginocchio si piegherà davanti a me; ogni lingua riconoscerà Dio» (Romani 14:11). Siamo tutti soggetti alla legge di Dio, come è definita nella Scrittura.

Con umiltà, i cristiani devono essere vigili e preparati a difendere la verità, non disposti a liquidare i casi della nostra deriva morale come insignificanti o inevitabili.

Il peccato è una malattia curata solo dalla fede in Gesù, senza il quale siamo tutti perduti. Come cristiani, abbiamo l’obbligo spirituale di condividere la cura.