January 28, 2022

PAPERS

A volte la vita ti colpirà alla testa con un mattone

John Piper delinea le “lezioni” da imparare dalle accuse contro Ravi Zacharias

Alcuni mesi dopo il ministero di apologetica iniziato da Ravi Zacharias ha pubblicato un rapporto che dettaglia una miriade di denunce di cattiva condotta sessuale da parte del suo defunto fondatore, il teologo John Piper si sta esprimendo sui presunti peccati del ministro itinerante.

Piper, affrontando la questione su il suo podcast settimanale “Ask Pastor John”., ha detto che ci sono diverse “lezioni” che i credenti possono imparare dai torti commessi da Zacharias, che ha detto, “ha trasformato la sua posizione di potere in una forma di bisogno e di ferite”.

In primo luogo, il 75enne Piper ha discusso i personaggi biblici Giuda, Demas e Imeneo, ognuno dei quali erano fedeli ministri del Vangelo ma alla fine “hanno fatto naufragare le loro vite – anzi, la loro fede.”

***Quando il numero di voci che affrontano la censura di big-tech continua a crescere, per favore iscriviti a La newsletter quotidiana di Faithwire e scaricare il CBN News app, sviluppata dalla nostra società madre, per rimanere aggiornati con le ultime notizie da una prospettiva decisamente cristiana.***

“Sembrava che avessero fede”, disse Piper. “Ebbene, cosa è successo? Non hanno avuto fede in buona coscienza. Che cosa significa questo? Significa che, col tempo, cominciarono a fare cose per le quali la loro coscienza li condannava. Ma invece di pentirsi, trovarono modi per ottundere la loro coscienza, fino a quando la loro coscienza fu così bruciata che potevano giustificare comportamenti che erano semplicemente spaventosi, fino al punto in cui [the apostle] Paolo disse che avevano fatto ‘naufragare la loro fede’. Una doppia vita, vissuta contrariamente alla coscienza cristiana, è un naufragio che sta per avvenire”.

Ha poi condiviso tre “lezioni” da imparare dai tre personaggi biblici. Il teologo ha sostenuto che “la verità salva-anime e Cristo-esatta può essere detta dagli ipocriti”, “abbandonare una buona coscienza è preludio di un disastro morale”, e “l’accumulo di denaro e il perseguimento di stili di vita sontuosi nel ministero sono i campanelli d’allarme dell’amore di questa epoca”.

Piper ha legato i suoi commenti a Zacharias quando ha discusso ciò che ha definito “simpatia legata”, riferendosi alle affermazioni di “sexting, contatti indesiderati, abuso spirituale e stupro” contro il defunto apologeta.

“C’è una lezione da imparare dalla manipolazione di Ravi sulle persone – una lezione da imparare sulla necessità di una simpatia legata”, ha detto Piper. “E quello che voglio dire è questo: Ogni volta che la simpatia è richiesta, deve essere legata alla verità in modo che sia data generosamente quando la verità la richiede e sia trattenuta quando la verità si scontra con essa”.

“Come ha fatto Ravi a manipolare le persone a mandargli peccaminosamente foto di nudo?”, ha continuato. “Come ha manipolato le persone a fornirgli peccaminosamente stimoli sessuali? L’ha fatto esigendo una simpatia senza legami. Si ritraeva come un guerriero ferito e oppresso nella giusta causa del Vangelo. E ironicamente, ha trasformato la sua posizione di potere in una forma di bisogno e di ferita, e poi ha cercato di estorcere simpatia non legata sotto la maschera di chiedere la ‘terapia del regno per il guerriero ferito'”.

Piper, che ora serve come cancelliere del Bethlehem College and Seminary a Minneapolis, ha detto di aver visto questo tipo di “richiesta e manipolazione di simpatia non vincolata ripetutamente tra i leader cristiani caduti”.

I leader caduti, ha spiegato, sosterranno che i fardelli che stanno portando “sono così grandi” e le loro “ferite sono così tante” e, di conseguenza, affermano di “meritare un po’ di sollievo” sotto forma di peccato sessuale contro un’altra persona.

“Al che l’assistente amministrativo o la vecchia fiamma del college o il ragazzo adolescente nello spogliatoio dovrebbero dire: ‘Questo è disgustoso. Non parlarmi mai più in questo modo. La mia simpatia non è in vendita; è legata alla verità e alla rettitudine”.

Nient’altro?

Piper ha anche dato un incoraggiamento a coloro che sono venuti al cristianesimo come risultato del ministero di Zacharias, esortandoli a guardare oltre i peccati del loro “padre spirituale”.

“E penso che l’ultima cosa che direi a coloro che sono venuti a Cristo sotto il ministero di Ravi, o che hanno avuto la loro fede potentemente rafforzata da ciò che ha insegnato, è questa: Non lasciate che le imperfezioni e i fallimenti degli uomini vi allontanino dalle perfezioni e dai trionfi di Cristo, che non vi deluderà mai e poi mai”.