August 19, 2022

PAPERS

A volte la vita ti colpirà alla testa con un mattone

“Potevo vedere i demoni”: costretta al satanismo da bambina, una donna tormentata trova finalmente la pace in Cristo

È una storia profondamente inquietante sul tipo più oscuro di male, ma Patricia era solo una bambina dell’età dell’asilo quando è stata costretta a entrare in un culto satanico.

Fin da piccola fu torturata e tormentata, tutto in nome del Diavolo stesso. Ora, decenni dopo aver sopportato questo incubo vivente, sta rompendo il silenzio.

“Le persone di cui ti fidi di più che dovrebbero prendersi cura di te e proteggerti dai danni hanno effettivamente fatto il male”, ricorda. Quando Patricia aveva cinque anni, dice di essere stata iniziata a questo culto segreto e satanico attraverso una serie di rituali malati e violenti.

“Sono stata portata via dai membri della famiglia per prendere parte a una cerimonia, un rituale”, dice. “Nel seminterrato c’era un altare fatto di legno. E sul pavimento di cemento c’era un pentagramma dipinto con vernice rossa. Poi c’erano membri della famiglia e anche membri occulti intorno in un cerchio intorno all’altare. Erano cantando in una lingua sconosciuta. Ricordo solo di essere stato immobilizzato, legato e poi eseguito un rituale su di me”.

Patricia dice di essere stata violentata e data in pegno a Satana. Ma l’orrore non si è fermato qui. Rituali satanici e sacrifici animali continuarono per tutta la sua infanzia. “Siamo stati costretti a bere il sangue. Siamo stati costretti a mangiare gli occhi e se non lo abbiamo fatto, siamo stati tormentati fino a quando non lo abbiamo fatto. E gli occhi dovevano darci il potere di vedere nel regno degli spiriti”.

Per Patricia, non c’era un posto sicuro. Incapace di elaborare l’abuso, ha soppresso i suoi ricordi.

“I terrori notturni sarebbero continuati e i sogni. Il mio cervello stava cercando di risolvere tutto, di risolvere tutto. Sai, è un incubo. È un incubo assoluto. Mi sentivo come se stessi vivendo una costante, un film dell’orrore. Un film dell’orrore. È così che lo descrivo. Un film dell’orrore ad Halloween”.

A tredici anni scappò di casa. Ma l’oscurità con cui era cresciuta la seguì. Nella sua adolescenza e vent’anni, Patricia leggeva i tarocchi e comunicava con gli spiriti. Per tutto il tempo ha vissuto nella paura e nell’oscurità costanti.

“Sono stato in grado di vedere demoni e spiriti, fantasmi. E quando sono cresciuto ho avuto guide spirituali. Volevo potere. Volevo avere un potere completo sulla mia vita perché non avevo alcun potere sulla mia vita quando ero più giovane Ogni volta che andavo, cercavo di ottenere la guarigione dall’occulto, i primi pensieri che mi venivano in mente erano di uccidermi, cosa che ho provato molte volte a fare, che fosse tagliarmi i polsi o prendere una dose eccessiva di pillole. Finire in ospedale, finire in reparto psichiatrico”.

Desiderava la libertà, ma non sapeva a chi rivolgersi. “Volevo la pace. Volevo essere felice ma non sapevo come ottenerla, perché avevo paura di Dio. Odiavo Dio. Non volevo – non volevo avere niente a che fare con Lui. Cercavo di essere al sicuro . Cercavo la pace. Cercavo di essere amato”.

Disperata, Patricia è andata in chiesa con un amico cristiano. Mentre la chiesa adorava, sentiva per la prima volta l’amore di Gesù. Poi dice di aver sentito qualcos’altro.

“Tutti stavano lodando il Signore e io volevo fare quello che stavano facendo tutti. Volevo sentire quello che stavano provando. Avevo bisogno della libertà. Così ho alzato le mani e una presenza oscura è venuta dietro di me e mi ha letteralmente fatto strattonare la spalla. non si muoveva però. Ho detto: “No. Non me ne vado. No, non me ne vado”. Qui è dove sto io. E ho continuato e continuavo a piangere: “Gesù, Gesù, Gesù, Gesù, Gesù, Gesù”. E poi ha iniziato a sollevarsi, sollevarsi e sollevarsi”.

SOTTO: Guarda l’incredibile testimonianza di Patricia

Patricia è diventata cristiana e ha iniziato un lungo viaggio verso la libertà e l’integrità con Gesù.

“Mi sono messo in faccia e ho detto: ‘Voglio sentirti muoverti nella mia vita, voglio sentirmi liberato da queste roccaforti. Voglio sentire la pace.’ Quando sono sceso dal pavimento, Lui era lì con me. E ho iniziato a leggere ogni Scrittura su di Lui. La donna al pozzo, la donna che ha toccato la Sua veste, ero quelle donne, la donna che stava per essere lapidata. c’erano tutte quelle donne in una, che avevano bisogno di Lui. Avevo bisogno che Lui mi mostrasse gradualmente che potevo fidarmi di Lui. Ed è quello che ha fatto.

Attraverso un’intensa consulenza cristiana e la preghiera, Patricia ha finalmente trovato la libertà e la pace che aveva sempre desiderato in Cristo.

“Ora cammino ogni giorno con gioia e non dimentico mai di ringraziarlo ogni giorno per quello che ha fatto nella mia vita. Non dimenticare mai di ringraziarlo. E mi godo la vita molto di più, sai che è più tardi nella mia vita, ma mi ha restituito tutto quegli anni il Diavolo mi ha rubato. Se può prendere uno come me, che è stato coinvolto in tutto quel buio, e da esso oppresso, e liberarmi, e darmi una vita tutta nuova, se può prendere uno come me , che era nell’occulto così in profondità, in quell’oscurità così profonda, che è stato intrappolato dal nemico, e l’ha tirata su da quel buco, quella fossa dell’inferno e l’ha portata alla luce, Lui può farlo per chiunque. . Non mi interessa quanto siano profondi nell’occulto, Lui può tirarti fuori. Bastano solo poche parole, Gesù aiutami. O Signore, aiutami. E Lui sarà lì. Sarà lì per aiutare tirarti fuori.”

*** Assicurati di iscriverti a E-mail di notizie CBN e il CBN News app per assicurarti di continuare a ricevere notizie da una prospettiva cristiana.***