August 19, 2022

PAPERS

A volte la vita ti colpirà alla testa con un mattone

Stati Uniti colpiti da un altro grave attacco informatico: questa volta è il nostro approvvigionamento alimentare

Le reti di computer della JBS, la più grande azienda di lavorazione della carne al mondo, sono state prese di mira da un sofisticato attacco informatico.

La società, il secondo produttore di carne bovina, suina e pollo negli Stati Uniti, ha dichiarato martedì di aver compiuto progressi significativi nell’affrontare il recente attacco e si aspetta che molti dei suoi impianti tornino operativi mercoledì.

L’attacco ha spinto gli acquirenti a cercare alternative. Gli impianti di lavorazione sono stati chiusi in otto stati degli Stati Uniti, nonché in Canada e Australia. Secondo un sindacato locale che rappresenta circa 3.000 lavoratori in uno stabilimento a Greeley, CO, martedì sono stati annullati due turni.

JBS incolpa gli hacker russi per l’attacco ransomware ai suoi server.

“È molto dannoso”, ha affermato l’esperto di sicurezza informatica Scott Spiro di Sugar Shot. “Anche se recupereranno i loro dati, e sembra che lo faranno, c’è ancora un tributo da pagare”.

L’attacco arriva sulla scia di Hack Colonial Pipeline che ha interrotto la linea di alimentazione del carburante, causando l’esaurimento di migliaia di stazioni di servizio nel sud-est degli Stati Uniti.

“Non credo che abbiamo visto un periodo di questo tipo di operazioni informatiche ad alta intensità dal suolo russo dirette contro una varietà di diversi obiettivi statunitensi, probabilmente mai”, ha affermato Javed Ali, ex direttore nazionale dell’antiterrorismo presso il Consiglio di sicurezza nazionale.

***Mentre la censura della Big Tech e la cultura della cancellazione del risveglio continuano a crescere, per favore iscriviti a Newsletter CBN e scarica il CBN News app per assicurarti di continuare a ricevere le ultime notizie da una prospettiva distintamente cristiana.***

JBS ha notificato domenica alla Casa Bianca che un’organizzazione criminale, probabilmente con sede in Russia, stava tenendo in ostaggio parti dei suoi server primari, chiedendo un pagamento.

L’amministrazione Biden è ora impegnata direttamente con il governo russo mentre l’FBI indaga sull’attacco.

“Stiamo valutando eventuali impatti sulla fornitura e il presidente ha ordinato all’amministrazione di determinare cosa possiamo fare per mitigare eventuali impatti che potrebbero rendersi necessari”, ha affermato il vice segretario stampa principale Karine Jean-Pierre.

Sebbene non sia chiaro come l’attacco influenzerà i consumatori e i prezzi della carne nei giorni a venire, gli esperti affermano che tali attacchi stanno diventando fin troppo comuni.

“La realtà è che i consumatori continueranno a sperimentare più di questi tipi di interruzioni”, ha spiegato Jason Crabtree, co-fondatore di QOMPLX, una società di intelligenza artificiale e apprendimento automatico con sede in Virginia.

L’ex direttore della sicurezza informatica degli Stati Uniti Christopher Krebs ha dichiarato: “Indovina un po’? Hanno cercato il nostro gas e i nostri hot dog. Nessuno è fuori dai limiti qui. Tutti sono in gioco. E ogni singolo dirigente aziendale deve convocare i propri team di sicurezza informatica e i loro team di resilienza aziendale oggi per capire quali sono i loro piani di continuità”.

Nel frattempo, la Cybersecurity and Infrastructure Security Agency offre supporto tecnico a JBS. Il presidente Biden è ancora pronto per incontrare il presidente russo Vladimir Putin alla fine di questo mese a Ginevra.