February 25, 2024

PAPERS

A volte la vita ti colpirà alla testa con un mattone

Israele presto consentirà ad alcuni gruppi di tour di visitare

GERUSALEMME – Israele afferma che presto riaprirà le sue porte ai gruppi di turisti stranieri, anche se combatte uno dei tassi più alti al mondo di infezioni da coronavirus.

Il ministero del turismo del paese domenica ha dichiarato che inizierà a consentire a gruppi di tour organizzati di entrare nel paese a partire dal 19 settembre.

I turisti dovranno essere vaccinati contro il coronavirus, presentare un test PCR negativo prima del volo e sottoporsi sia alla PCR che ai test sierologici all’arrivo. I visitatori dovrebbero essere messi in quarantena nei loro hotel fino al ritorno dei risultati del test, un processo che dovrebbe durare non più di 24 ore.

I turisti provenienti da una manciata di paesi “rossi” con alti tassi di infezione, tra cui Turchia e Brasile, non potranno visitare per il momento.

Israele ha lanciato un programma simile a maggio dopo aver vaccinato la maggior parte della sua popolazione all’inizio di quest’anno. Ma il programma è stato sospeso ad agosto quando la variante delta ha iniziato a diffondersi.

Nelle ultime settimane, il Paese ha iniziato a somministrare colpi di richiamo a chiunque fosse stato vaccinato oltre cinque mesi fa. La campagna ha mostrato segni di controllo dell’epidemia del delta, consentendo al governo di iniziare a consentire ai turisti di tornare.