February 9, 2023

PAPERS

A volte la vita ti colpirà alla testa con un mattone

L’amato pastore di Nashville e sua figlia uccisi in un incidente d’auto

Padre Thomas McKenzie e sua figlia Ella di 22 anni sono stati uccisi all’inizio di questa settimana in un incidente d’auto sulla I-40 nel Tennessee.

McKenzie era il pastore cofondatore della Chiesa anglicana del Redentore a Nashville.

L’incidente è avvenuto lunedì mattina quando l’auto di McKenzie, una Nissan Versa, stava cambiando corsia e ha tamponato un autoarticolato che aveva rallentato per il traffico. Il camionista non è rimasto ferito.

Il padre e la figlia avevano appena iniziato il loro viaggio in New Mexico, dove Ella stava per iniziare il suo ultimo anno al St. John’s College.

Rivista pertinente riferisce che McKenzie lascia sua moglie Laura e la loro altra figlia, Sophie.

*** Per favore iscriviti a Newsletter CBN e scarica il CBN News app per assicurarti di continuare a ricevere le ultime notizie da una prospettiva distintamente cristiana.***

Era una figura amata a Nashville, nel Tennessee, dove è stato pastore della Chiesa del Redentore, una Chiesa anglicana che ha co-fondato. Fu autore di numerosi libri, tra cui La Via Anglicana, ed era anche una figura popolare sui social media dove commentava la cultura attraverso una lente di fede.

McKenzie stava appena iniziando un anno sabbatico, e in un… Post di Facebook, ha espresso entusiasmo per la sua vacanza, che includerebbe un viaggio in Europa.

“Sono molto grato per il supporto di Laura: è una moglie fantastica!” scrisse. “Sono anche grato per il nostro vescovo, sacrestia e personale, così come per la mia famiglia e i miei amici. Sono grato anche per te. La Chiesa del Redentore è una comunità così meravigliosa. Chiedo le vostre preghiere e non vedo l’ora di vederti al mio ritorno.”

Il pastore associato Kenny Benge, ha informato la congregazione in una dichiarazione che il loro pastore e sua figlia erano morti e avevano chiesto la preghiera durante questo “tempo di agonia”.

“Thomas stava appena iniziando il suo meritato anno sabbatico. La moglie di Thomas, Laura, e la loro figlia Sophie, ora sono a casa a Nashville.

Per favore, tieni Laura e Sophie nelle tue preghiere mentre attraversano questo periodo agonizzante. Io e lo staff, così come la più ampia leadership della chiesa, siamo scioccati e profondamente rattristati, come sono sicuro che anche tu lo sia nel sentire questa notizia”.

Riconoscimenti e ricordi si sono riversati dalla comunità cristiana sulla grande perdita di un pastore e amico così amato.

Servizio di notizie sulla religione riferisce che l’autore di best-seller Stephen Mansfield era un membro della Chiesa del Redentore e conosceva bene McKenzie.

“Rari sono quegli uomini o quelle donne che hanno intravisto Dio e le cui intuizioni trasformano gli altri per sempre”, ha detto Mansfield. “Lottano con la loro umanità in un modo che aiuta gli altri a lottare con la loro. Danno liberamente ciò che sanno con gioia contagiosa. Thomas era un’anima così. Ed era mio amico”.

Anche Ed Stetzer, direttore del Billy Graham Center del Wheaton College, era un amico. Ha descritto McKenzie come avente “una mente acuta e un cuore gentile”, secondo Notizie sulla religione.

“Ha sfidato me e tanti altri a pensare, amare e vivere come Cristo. Mancherà a molti perché ha continuato a indicare alle persone Gesù”, ha detto Stetzer. “Ricordo che sedevamo insieme a Nashville parlando di cosa significasse essere un vicario e cosa significa essere un rappresentante terreno di Cristo. Thomas ha fatto bene e la sua perdita è profondamente sentita da molti di noi”.

Il pastore associato Benge ha concluso la sua dichiarazione alla congregazione del Redentore con una preghiera.

“Dio misericordioso, la cui saggezza è al di là della nostra comprensione: tratta con grazia coloro che piangono, in particolare Laura e Sophie”, ha scritto Benge. “Circondali del tuo amore, affinché non siano sopraffatti dalla loro perdita, ma abbiano fiducia nella tua bontà e forza per affrontare i giorni a venire, per mezzo di Gesù Cristo nostro Signore. Amen”.