June 16, 2024

PAPERS

A volte la vita ti colpirà alla testa con un mattone

La scuola “inclusiva” di Atlanta dice ai genitori che il loro asilo dovrebbe lasciare il distretto se non vogliono l’insegnamento LGBTQ +

Un altro sistema scolastico pubblico “inclusivo” sembra determinato a spingere l’agenda LGBTQ+ sui bambini, insegnando loro tali concetti anche all’asilo.

Quando una coppia cattolica ha scoperto il controverso curriculum e lo ha messo in discussione, il preside di una scuola elementare pubblica di Atlanta ha detto loro che il loro bambino avrebbe dovuto lasciare il distretto per evitare di conoscere le questioni LGBTQ+ all’età di cinque anni, Il filo quotidiano segnalato.

La coppia, rimasta anonima nel rapporto dell’outlet per paura di rappresaglie, ha ricevuto un volantino dalla nuova insegnante della bambina con la sua lista dei desideri su Amazon. Sono rimasti sorpresi quando hanno scoperto che la lista conteneva libri che facevano riferimento all’orientamento sessuale, al transgenderismo e all’ideologia progressista.

Inclusi nell’elenco dell’insegnante c’erano: “Stella Brings the Family”, che racconta la storia di una coppia gay, “I Am Jazz”, che discute del transgenderismo, e “La nostra classe è una famiglia”, che incoraggia i bambini a vedere la classe – invece dei loro genitori – come fonte di sostegno, secondo Il filo quotidiano.

*** Per favore iscriviti a Newsletter CBN e scarica il CBN News app per assicurarti di continuare a ricevere le ultime notizie da una prospettiva distintamente cristiana.***

La famiglia ha quindi contattato la preside della Morningside Elementary School, Audrey Sofianos, per chiedere se potevano trasferire il loro bambino in una classe diversa che non insegnasse tali argomenti ai bambini dell’asilo.

“Riteniamo che sarebbe meglio sia per te che per la nostra famiglia se nostro figlio fosse trasferito in un’altra classe che potrebbe essere più accomodante nei confronti delle nostre preoccupazioni riguardo agli argomenti del libro”, ha scritto il padre in una e-mail al preside Sofianos. “Crediamo nell’accettare tutte le persone e vogliamo che tutti i bambini si sentano i benvenuti a scuola, ma crediamo che ci siano modi per farlo senza leggere libri che celebrino esplicitamente uno stile di vita o credenze specifiche, sia che si tratti dello stile di vita/convinzioni che condividiamo o di quelle con cui non siamo d’accordo… Non possiamo sacrificare le nostre convinzioni religiose e dovremo trovare un’alternativa anche così tardi nel processo”.

Sofianos ha risposto dicendo che i libri in questione seguono gli standard del curriculum statale. Ma in una successiva conversazione telefonica, secondo quanto riferito, il preside ha chiarito che i libri in questione non fanno parte del programma educativo della scuola, ma sono disponibili per gli studenti nella biblioteca della classe.

Sofianos ha detto ai genitori che cambiare classe non li avrebbe aiutati poiché il distretto promuove l’agenda progressista in ogni classe, secondo Il filo quotidiano.

Il preside ha detto che agli studenti viene insegnato il genere e l’orientamento sessuale come una “cosa da K a 12”. Ha anche recitato la “politica di equità” del distretto scolastico e ha ricordato ai genitori che il distretto ha letteralmente un Dipartimento di equità e giustizia sociale.

La coppia ha detto a The Daily Wire di vivere in una zona liberale della città e di avere diversi vicini LGBTQ+. Hanno detto che hanno intenzione di insegnare questi concetti ai loro figli ad un certo punto, ma ritengono che l’argomento sia inappropriato per un bambino di cinque anni da imparare in una scuola pubblica sostenuta dai contribuenti.

Il distretto della scuola pubblica di Atlanta ha detto Il filo quotidiano che sono interessati a lavorare per una soluzione per la famiglia, anche se hanno implicato che i libri in questione aiutano a creare un ambiente equo e inclusivo.

“Atlanta Public Schools prende sul serio il suo ruolo cruciale di creare cittadini impegnati, che comprendono l’importanza della giustizia per tutti e che apprezzano l’importanza di questo ideale come segno distintivo del pluralismo e della democrazia. Il distretto lo modella mantenendo l’impegno a garantire che ogni studente prospera e ha successo creando spazi di apprendimento amichevoli, equi e inclusivi”, ha affermato un portavoce. “Prevediamo comunità scolastiche in cui i pensieri e le opinioni di tutti gli studenti, le famiglie e il personale siano ascoltati e rispettati e condivisi in modo da preservare la dignità di tutti. Pertanto, gli amministratori scolastici in questo caso si impegnano a lavorare con il famiglia per trovare una soluzione amichevole che funzioni per tutte le parti coinvolte”.

CBN News ha contattato il preside Sofianos per un commento. Aggiorneremo questa storia quando avremo notizie.