December 3, 2022

PAPERS

A volte la vita ti colpirà alla testa con un mattone

Il 77% degli americani si oppone a questo finanziamento per l’aborto, ma i democratici della Camera lo hanno votato comunque

La Camera dei Rappresentanti ha votato giovedì per approvare un disegno di legge che consentirebbe ai dollari delle tasse statunitensi di pagare gli aborti in tutto il mondo.

Parte di questo disegno di legge sugli stanziamenti abroga il cosiddetto emendamento Helms. Tale misura ha assicurato che i dollari dei contribuenti non vengano utilizzati per finanziare aborti a livello internazionale.

Il provvedimento è passato da 217 a 212. Solo tre democratici hanno votato contro.

“Sono passati quasi 50 anni e questo è il primo voto sull’abrogazione di Helms, da quando è iniziato nel 1973. Dire che siamo entusiasti è un eufemismo. È davvero la storia che viene fatta”, ha affermato Bethany Van Kampen, consigliere politico senior con il gruppo internazionale pro-choice Ipas, secondo La collina.

UN sondaggio marista da gennaio mostra una stragrande maggioranza – il 77% degli americani – contrari al finanziamento federale dell’aborto internazionale. Il sondaggio ha riscontrato opposizione all’utilizzo dei fondi dei contribuenti per pagare l’aborto in altri paesi in tutti i partiti, tra cui il 55% dei Democratici, l’85% degli Indipendenti e il 95% dei Repubblicani.

“Il linguaggio pro-aborto sottostante in questo disegno di legge è molto al di fuori della corrente principale dei valori americani”, ha detto questa settimana il rappresentante Chris Smith (R-NJ) ai colleghi legislatori.

Il legislatore pro-vita ha poi emesso un duro rimprovero alla misura, esprimendo il suo sostegno ai nascituri e la sua feroce opposizione all’utilizzo del denaro degli Stati Uniti per pagare gli aborti all’estero.

“I contribuenti non dovrebbero essere costretti a pagare per lo smembramento di un bambino, incluso il taglio di braccia e gambe e la decapitazione con coltelli affilati, o veleni mortali o droghe come la RU-486 che fa morire di fame il bambino”, ha detto. “I bambini vivi ma non ancora nati che vengono uccisi dall’aborto a 20 settimane o più tardi sperimentano atroci sofferenze e dolori fisici”.

Smith ha affermato che i finanziamenti statunitensi dovrebbero essere invece utilizzati per aiutare le madri e fornire cure mediche migliori.

“Piuttosto che finanziare la morte di un bambino, credo che dobbiamo aumentare l’accesso alle cure materne e prenatali e garantire l’accesso a sangue sicuro e una migliore alimentazione. Dobbiamo anche espandere i servizi ostetrici essenziali, compresi assistenti al parto qualificati, migliorando al contempo il trasporto verso le cure di emergenza. strutture per ridurre significativamente la mortalità e la morbilità materna”, ha affermato.

Nel frattempo, 288 repubblicani alla Camera e al Senato chiedono alla Corte Suprema di ribaltare Roe contro Wade – la decisione del 1973 che ha inventato il diritto all’aborto negli Stati Uniti

I firmatari del brief amicus includevano il leader della minoranza al Senato Mitch McConnell, il leader della minoranza alla Camera Kevin McCarthy e altri membri della leadership del GOP.

L’Alta corte esaminerà un caso il prossimo mandato sul divieto del Mississippi sulla maggior parte degli aborti dopo 15 settimane.

LEGGERE La Corte Suprema considererà il divieto di aborto di 15 settimane “punto di riferimento” e potrebbe essere un punto di svolta