January 28, 2022

PAPERS

A volte la vita ti colpirà alla testa con un mattone

Israele segna l’inizio delle festività ebraiche con Rosh Hashanah

GERUSALEMME, Israele – Lunedì sera Israele ha dato il via a Rosh Hashanah, il capodanno ebraico.

Rosh Hashana – che letteralmente significa “Capo dell’anno” – è un momento di celebrazione e contemplazione sia per gli ebrei laici che per quelli religiosi. Segna anche l’inizio dei giorni santi ebraici. Nelle prossime settimane, gli ebrei segneranno anche il giorno di digiuno dello Yom Kippur e il festival di Sukkot che dura una settimana.

La stagione delle vacanze è tradizionalmente contrassegnata da riunioni di famiglia e servizi di sinagoga.

Quest’anno, il governo israeliano ha esortato le famiglie a evitare grandi raduni e ha affermato che le preghiere nella sinagoga dovrebbero essere limitate a piccoli gruppi di persone vaccinate.

L’anno scorso, le festività natalizie hanno portato a un’ondata di infezioni da coronavirus che ha portato a un blocco completo a livello nazionale.

Israele ha già iniziato a somministrare dosi di richiamo del vaccino, una campagna che il primo ministro Naftali Bennett spera possa aiutare a controllare i casi di COVID durante le festività ebraiche.

Per Efraim Wolff, residente a Gerusalemme, le vacanze sono un momento speciale anche con le preoccupazioni per il virus.

“Stiamo cercando di gestire il meglio che possiamo, e ogni anno è un anno speciale, quindi stiamo cercando di fare il meglio, ovviamente, non vediamo l’ora”, ha detto ad AP.

*** Per favore iscriviti a Newsletter CBN e scarica il CBN News app per assicurarti di continuare a ricevere le ultime notizie da una prospettiva distintamente cristiana.***