December 3, 2022

PAPERS

A volte la vita ti colpirà alla testa con un mattone

“Non etico, pericoloso”: 3.000 professionisti medici nel Tennessee Sue Biden Admin per “Mandato transgender”

Il numero di medici e professionisti del settore medico che hanno intentato azioni legali contro l’amministrazione Biden per la sua Mandato transgender continua a crescere. La direttiva obbligherebbe i medici a eseguire procedure di transizione di genere sui pazienti anche se la procedura viola il giudizio medico o le credenze religiose di un medico.

Alleanza che difende la libertà (ADF), in rappresentanza di 3.000 medici e professionisti medici dell’American College of Pediatricians, Catholic Medical Associates e un medico ostetrico specializzato nella cura degli adolescenti, stanno sfidando il mandato in un causa depositata la scorsa settimana presso la Corte Distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto Orientale del Tennessee a Chattanooga. La causa cita professionisti medici che si oppongono all’esecuzione di tali procedure su qualsiasi paziente, in particolare sui bambini.

“La legge e la professione medica hanno da tempo riconosciuto e rispettato le differenze biologiche tra ragazzi e ragazze e i bisogni unici che ciascuno presenta nell’assistenza sanitaria”, ha affermato il consulente senior dell’ADF Ryan Bangert. “Costringere i medici a prescrivere ormoni di transizione per i tredicenni o a eseguire interventi chirurgici che alterano la vita degli adolescenti è illegale, immorale e pericoloso”.

*** Per favore iscriviti a Newsletter CBN e scarica il CBN News app per assicurarti di continuare a ricevere le ultime notizie da una prospettiva distintamente cristiana.***

La causa sfida il diritto del governo federale di costringere i medici a eseguire interventi chirurgici di transizione di genere, consigliare ai pazienti di assumere bloccanti della pubertà e documentare i dettagli sui pazienti in base alla loro identità di genere preferita.

“Il dipartimento per la salute e i servizi umani del presidente Biden sta esagerando enormemente con la sua autorità e, così facendo, mette in pericolo la salute psicologica e fisica dei bambini”, ha aggiunto Bangert. “I nostri clienti si oppongono giustamente per motivi medici, etici, religiosi e di coscienza a questo mandato governativo illegale di fornire procedure di transizione di genere”.

Il consulente senior dell’ADF Julie Marie Blake ha osservato che il governo federale non dovrebbe dire ai medici cosa dovrebbero fare per quanto riguarda la salute di un paziente.

“I medici non dovrebbero mai essere costretti a eseguire una procedura controversa e spesso pericolosa dal punto di vista medico che va contro il loro miglior giudizio, la loro coscienza o la loro religione, specialmente quando si tratta di bambini vulnerabili che sperimentano confusione mentale ed emotiva”, ha detto Blake.

“Costringere i medici a impegnarsi in una medicina sperimentale che rappresenta un rischio per i pazienti – o affrontare enormi sanzioni finanziarie, il ritiro dei finanziamenti federali o la rimozione della loro capacità di esercitare la professione medica – è un’estrema violazione dei diritti costituzionali dei medici e certamente non nel migliore interesse dei pazienti che servono”, ha aggiunto.

CBN News precedentemente riportato che un tribunale federale del Nord Dakota ha annullato il “Mandato Transgender” all’inizio di quest’anno.

Secondo Legge Becket, il mandato è stato emesso nel 2016 sotto l’amministrazione Obama, costringendo i membri della comunità sanitaria a violare il proprio giudizio medico e le proprie convinzioni religiose.

Nel novembre del 2016, Becket aveva intentato una causa per conto delle Sisters of Mercy e di diverse organizzazioni religiose contro la disposizione dell’Affordable Care Act.

La sentenza è stata messa in attesa e nel 2019 un’altra corte federale del Texas l’ha annullata. Nel giugno del 2020, il Dipartimento della salute e dei servizi umani (HHS) ha emesso un’altra direttiva ma come Notizie CBN riportate il mese scorso, una corte federale del Texas ha impedito all’amministrazione di far rispettare la politica.