December 3, 2022

PAPERS

A volte la vita ti colpirà alla testa con un mattone

“Un altro morde la polvere”: il gruppo anti-tratta celebra la chiusura del sito porno

I gruppi anti-tratta che sono all’avanguardia nell’esporre le verità oscure dell’industria della pornografia stanno celebrando la chiusura di XTube.

Laila Mickelwait, un’attivista di spicco dietro la spinta alla chiusura di Pornhub, il più grande sito di pornografia al mondo, ha pubblicato una dichiarazione lunedì, scrivendo: “Sfruttare filmati di scene del crimine di sesso reale a scopo di lucro ha delle conseguenze”.

XTube è una sussidiaria di MindGeek, che possiede anche Pornhub.

Come precedentemente riportato da Faithwire, MindGeek è stato accusato in modo credibile di ospitare materiale pedopornografico — o pedopornografia — sui suoi siti. Mickelwait ha anche caricato la piattaforma facendo soldi con i video che documentano l’aggressione sessuale e la coercizione.

Altri hanno elogiato anche la chiusura di XTube.

Dawn Hawkins, presidente del National Center for Sexual Exploitation, che ha lottato per far chiudere i siti pornografici, ha descritto la chiusura di XTube come “notizie di benvenuto”.

*** Poiché il numero di voci che affrontano la censura delle big-tech continua a crescere, iscriviti a La newsletter quotidiana di Faithwire e scarica il CBN News app, per essere sempre aggiornati sulle ultime notizie da una prospettiva spiccatamente cristiana.***

“La chiusura annunciata di XTube è un’ulteriore prova che l’impero dello sfruttamento di MindGeek si sta sgretolando”, ha detto Hawkins. “Questa è una buona notizia, date le prove crescenti che MindGeek ha ospitato e tratto profitto da materiale pedopornografico, stupro, traffico sessuale, materiale non consensuale, violenza sessuale e altri contenuti sessuali razzisti e misogini sulla sua miriade di siti Web pornografici”.

“La decisione di XTube di chiudere non è stata presa nel vuoto”, ha continuato. “Questa decisione arriva dopo la crescente pressione dei legislatori, l’indignazione dei media, la perdita del supporto aziendale tradizionale e i sopravvissuti che si sono fatti avanti per chiedere giustizia attraverso azioni legali. Speriamo che la chiusura di XTube sia un presagio di cose a venire per MindGeek. Attendiamo con impazienza il giorno in cui potremo annunciare che Pornhub e altri siti pornografici di proprietà di MindGeek stanno per terminare”.

MindGeek ha dovuto affrontare una pressione crescente per chiudere la sua piattaforma.

A maggio, più di 700 sostenitori delle vittime e sopravvissute allo sfruttamento sessuale ha invitato il Congresso ad avviare un’indagine penale su Pornhub. Questo è arrivato mesi dopo i legislatori canadesi sentito testimonianze contro il sito di pornografia e la sua società madre, MindGeek.

Per quanto riguarda XTube, chiuderà ufficialmente il 5 settembre.

“Come qualsiasi azienda tecnologica, valutiamo costantemente le nostre offerte di contenuti e prodotti per servire al meglio i nostri utenti”, ha spiegato MindGeek in una dichiarazione al Daily Caller. “XTube ha sempre avuto una community dedicata ma piccola e crediamo che i suoi utenti e creatori saranno meglio serviti su una delle nostre piattaforme esistenti, dove potranno sfruttare una portata più ampia e una maggiore visibilità”.

*** Poiché il numero di voci che affrontano la censura delle big-tech continua a crescere, iscriviti a La newsletter quotidiana di Faithwire e scarica il CBN News app, per essere sempre aggiornati sulle ultime notizie da una prospettiva spiccatamente cristiana.***

Come cristiani, sappiamo che tutta la pornografia, legale o illegale, è incredibilmente al di sotto del perfetto disegno di Dio per la sessualità umana, che Egli ha stabilito per il matrimonio tra un uomo e una donna.

Se stai lottando con il peccato sessuale, inclusa una dipendenza dalla pornografia, Faithwire ha un corso di sette settimane basato su video, Liberato, consegnando ai partecipanti gli strumenti spirituali e pratici di cui hanno bisogno per affrontare questo peccato sessuale.