October 18, 2021

PAPERS

A volte la vita ti colpirà alla testa con un mattone

Funzionari sanitari affermano che i vaccini COVID stanno svanendo, quindi potrebbero essere necessari colpi di richiamo a 8 mesi

I funzionari sanitari federali dovrebbero raccomandare una dose extra del vaccino COVID-19 per tutti gli americani otto mesi dopo la seconda vaccinazione.

Alle persone di età superiore ai dodici anni che sono completamente vaccinate con Pfizer o Moderna potrebbe essere chiesto di rimboccarsi le maniche per il terzo colpo.

La mossa arriva dopo le recenti scoperte secondo cui la capacità del vaccino Pfizer di proteggersi dal virus diminuisce dopo otto mesi.

“La protezione dai vaccini diminuisce gradualmente nel tempo”, ha affermato il dott. Francis Collins, direttore del National Institutes of Health. “Dati israeliani, le persone che sono state vaccinate a gennaio sono quelle che ora hanno più casi di svolta. È la stessa cosa che stiamo iniziando a vedere nei dati degli Stati Uniti”.

La vaccinazione di richiamo verrà somministrata nell’ordine in cui le persone hanno ricevuto il primo vaccino, otto mesi dopo la seconda vaccinazione.

I primi in linea saranno gli operatori sanitari, i residenti delle case di cura e altri anziani americani, che sono stati i primi ad essere vaccinati lo scorso dicembre.

“Abbiamo previsto da tempo che ci sarebbe stato probabilmente un richiamo del coronavirus che potrebbe essere su base annuale solo sulla base della nostra risposta ad altri vaccini virali e dell’esperienza che abbiamo con i coronavirus in generale”, ha affermato la dott.ssa Melanie Swift, medico del lavoro. alla Mayo Clinic. “Quindi, non è una grande sorpresa.”

La spinta arriva quando i casi della variante Delta altamente contagiosa aumentano in tutto il paese.

Il governatore del Texas Greg Abbott, che è completamente vaccinato, è risultato positivo al COVID martedì. Il suo ufficio ha detto che è in buona salute e non ha sintomi.

Ma i decessi per la variante Delta ora ammontano a circa 500 ogni giorno, in aumento di oltre il 130 percento rispetto al mese scorso.

Le unità di terapia intensiva ospedaliere in zone calde come l’Alabama si stanno riempiendo di pazienti più giovani.

“Perdere entro una settimana tre pazienti di età inferiore ai 40 anni, solo molto straziante”, ha affermato la dottoressa Jenna Carpenter, medico di assistenza polmonare presso Marshall Medical South.

Il centro medico dell’Università del Mississippi ha recentemente istituito un secondo ospedale da campo per gestire l’ondata.

Nel frattempo, gli esperti temono che la richiesta di booster possa scoraggiare le persone che sono già riluttanti a ricevere le prime vaccinazioni contro il COVID-19.

Se la Food and Drug Administration darà il via libera a un terzo colpo di richiamo, le prime dosi potrebbero essere distribuite già a settembre.