July 20, 2024

PAPERS

A volte la vita ti colpirà alla testa con un mattone

5G-ENCODE rivela la prossima fase dello slicing della rete per il 5G industriale

Quasi 18 mesi dopo il primo annuncio del progetto e quasi un anno dopo il completamento con successo della fase uno, il progetto 5G-ENCODE che mira a rendere i vantaggi del 5G una realtà per i produttori del Regno Unito ha annunciato ufficialmente l’accensione della seconda fase della sua rete 5G industriale privata.

CODICE 5G è un progetto collaborativo da 9 milioni di sterline che mira a sviluppare chiari casi aziendali e proposte di valore per le applicazioni 5G nel settore manifatturiero.

Il progetto è parzialmente finanziato dal Dipartimento per il digitale, la cultura, i media e lo sport del governo del Regno Unito come parte del suo programma 5G Testbeds and Trials.

È gestito da un consorzio di organizzazioni leader guidate da Zeetta Networks, tra cui National Composites Centre, Mativision, Plataine, Solvay, Toshiba, Telefonica, Siemens, Accedian e Smart Internet Lab dell’Università di Bristol. I partner di distribuzione Druid Software e Airspan forniscono componenti tecnologici chiave.

Il progetto mira a dimostrare il vantaggio commerciale della tecnologia 5G per consentire tre casi d’uso industriali specifici: realtà aumentata e realtà virtuale supportare la progettazione, la produzione e la formazione; monitoraggio e monitoraggio di beni sensibili al tempo; monitoraggio e analisi in-process wireless in tempo reale.

La prima fase della rete privata industriale ha utilizzato un’infrastruttura 4G per stabilire una linea di base per le tecnologie cellulari esistenti, rispetto alla quale è possibile confrontare i risultati della rete 5G privata. I risultati della fase uno saranno rivelati in un evento di lancio della fase due nell’ottobre 2021.

Il consorzio ritiene che la chiave del successo dei suoi casi d’uso sia stata l’implementazione di affettare la rete e tecnologia di giunzione sviluppata dal partner Zeetta Networks. Ha notato che in qualsiasi ambiente di produzione ci sono più strumenti e macchine che richiedono diversi livelli di connettività con vari gradi di latenza e throughput.

Poiché la tecnologia di slicing e splicing consente agli operatori di creare più reti virtuali, personalizzate in base a servizi specifici e livelli di traffico necessari, 5G-ENCODE ha affermato che la rete può quindi essere ottimizzata per soddisfare le esigenze di diversi processi per migliorare l’efficienza, le prestazioni e i risultati aziendali.

Inoltre, attraverso una piattaforma di orchestrazione multidominio di Zeetta Networks, gli ingegneri possono automatizzare lo splicing e il dicing delle risorse di rete, per fornire agli utenti e alle macchine quello che il 5G-ENCODE assicurato sarà l’esatto livello di connettività per ottimizzare le prestazioni in qualsiasi momento. Qualsiasi capacità residua può essere indirizzata altrove, rendendo la fabbrica molto più efficiente e produttiva.

Come parte della fase due dell’implementazione della rete, Zeetta e i partner hanno creato una nuova fetta di rete unendo le sezioni di una rete di trasporto e di due reti private separate: una situata presso la sede centrale di NCC e l’altra presso un’altra struttura presso l’NCCI situata a diverse miglia di distanza da la prima posizione.

“Per la prima volta al mondo, an rete 5G industriale non solo può essere personalizzato e diviso in più reti logiche, ma ciascuna di queste reti virtuali può essere estesa attraverso una rete di trasporto per raggiungere un’altra rete virtuale in un dominio amministrativo completamente diverso”, ha affermato il fondatore e CEO di Zeetta Networks Vassilis Seferidis.

“Questa sezione ‘end-to-end’ offre connettività continua per la distribuzione continua di applicazioni su diversi domini di rete, indipendentemente dal fornitore o dalla tecnologia. Ciò consentirebbe, ad esempio, di tracciare continuamente un asset critico in tempo reale e con la stessa qualità di servizio con cui viene trasportato dal punto di produzione, per essere ricevuto nel luogo di destinazione”.